CHE AMAREZZA!!!!!


ECOGRAFIA A 102 ANNI: OSPEDALE LA PRENOTA PER IL 2020/ Fabriano, “il Pd ha fallito!”

A 102 anni chiede un’ecografia al fegato urgente: ospedale di Fabriano la prenota per il 2020, polemica sulla vicenda.

ECOGRAFIA A 102 ANNI: OSPEDALE LA PRENOTA PER IL 2020/ Fabriano, 'il Pd ha fallito!'

Chiede ecografia a 102 anni, rimadata al 2020 (Pixabay)

Come anticipato, la vicenda relativa alla nonnina di 102 anni la quale si è vista respingere la prenotazione per una ecografia urgente, rinviata al 2020, ha prontamente scatenato le prime polemiche. A commentare la notizia, venuta alla ribalta in seguito alla denuncia della figlia dell’anziana paziente è Fabio Sebastianelli, presidente del Popolo della Famiglia Marche e candidato marchigiano alle europee che, come riferisce AnconaToday ha asserito: “La nostra cittadina di 102 anni per fare un’ ecografia deve attendere il 2020! Questa è la dimostrazione concreta che la politica regionale del PD è totalmente fallimentare e danneggia i cittadini”. A suo dire, “Ceriscioli ha chiuso e sta depotenziando molti ospedali nelle Marche” con conseguenze molto gravi e disagi ai cittadini tra cui “inefficienza nelle strutture ospedaliere e problemi oltre che ai cittadini anche al personale sanitario, costretto a fare i salti mortali, per cercare di compensare le mancanze strutturali e anche di personale”. Per tale ragione, ha proseguito Sebastianelli, molti cittadini marchigiani si sono “uniti in comitati pro ospedali per denunciare la “mala politica” del Pd regionale e sono rimasti inascoltati”. Una situazione che potrebbe addirittura precipitare quando ci sarà un solo ospedale unico provinciale, come voluto dalla giunta Ceriscioli. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Articolo preso da : https://www.google.it/amp/s/www.ilsussidiario.net/news/cronaca/2019/4/18/chiede-ecografia-a-102-anni-torni-nel-2020-ancona-non-ce-posto-ma-la-regione/1873307/amp/


DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2018, n. 101 Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonche’ alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento […]

via Decreto Gdpr in gazzetta ufficiale — Studio ing. Gianluca Godi

VOI COSA NE PENSATE?


Loredana Bertè lascia Amici: la sua spiegazione su Instagram

Loredana Bertè, da fine aprile, non sarà più giudice di Amici, riporta il settimanale Chi. La cantante spiega la situazione.

Loredana Bertè lascia Amici“. Detto, anzi, scritto così, sembrerebbe una bomba dell’ultimo minuto. In realtà l’addio al programma non è assolutamente improvviso, né tantomeno causato dai diverbi coi professori, che l’hanno vista protagonista nelle ultime puntate, bensì programmato e concordato fin dall’inizio. Almeno stando a quello che riporta il settimanale Chi.

Loredana a fine aprile inizia il suo tour, che partirà proprio il 30 da Livorno, motivo per cui la cantante siederà sulla poltrona di giudice presumibilmente ancora per un paio di puntate. Poi sarà sostituita da un nuovo giurato, scrivono online.

Secondo quanto riporta il settimanale diretto da Alfonso Signorini, in pole position per prendere il posto di Loredana Bertè ad Amici ci sarebbero AlbanoOrnella Vanoni e Sabrina Ferilli.

Articolo preso da :

https://dilei.it/vip/loredana-berte-lascia-amici-chi-la-sostituira-come-giudice/598913/amp/

VOI COSA NE PENSATE?

 

 

VOI COSA NE PENSATE?


Cefalea, arriva l’invalidità: riguarda 7 milioni di italiani, ecco come ottenerla.

Cefalea, arriva l'invalidità: riguarda 7 milioni di italiani

La prima volta ci hanno provato oltre vent’anni fa. Da allora non c’è stata legislatura in cui non sia stata presentata una proposta di legge per riconoscere la cefalea cronica come malattia invalidante. Questa, però, sembra la volta buona. Il provvedimento, che parte dai testi della deputata leghista Arianna Lazzarini e della dem Giuditta Pini, è arrivato ieri in aula alla Camera e potrebbe avere il primo sì già in settimana, o al massimo la prossima, con l’accordo di tutti i partiti. Non solo, perché si sta lavorando affinché il Senato si esprima in sede deliberante: questo vorrebbe dire tempi più rapidi dal momento che il via libera definitivo arriverebbe direttamente dalla commissione, saltando l’aula. Arrivando all’ok definitivo subito dopo Pasqua.

Articolo preso da :

Dite la vostra:


Charlie Hebdo, macabra ironia

La vignetta, firmata Riss, ritrae il presidente francese con le due torri della cattedrale al posto dei capelli.

Charlie Hebdo, macabra ironia

(Foto da Twitter/Charlie Hebdo)

“Je commence par la charpente”, “inizio dall’ossatura”. Il giorno dopo l’incendio che ha devastato la cattedrale di Notre-Dame, il settimanale satirico Charlie Hebdo ironizza sul disastro dedicando la copertina al presidente francese Emmanuel Macron.

La vignetta, su fondo rosso e firmata Riss, ritrae il capo dello Stato francese con le due torri in fumo al posto dei capelli e un sorriso sinistro stampato sul volto. “Je commence par la charpente“, dice Macron nel disegno, ossia dalla struttura in legno della cattedrale distrutta dalle fiamme. Un riferimento diretto anche alla questione delle riforme.

Ieri, a causa del gravissimo incendio, Macron ha rinviato il discorso in tv durante il quale avrebbe dovuto illustrare misure e provvedimenti dopo il ‘grande dibattito’ che ha animato la Francia a seguito delle proteste inscenate dai gilet gialli.

Il settimanale satirico ha deciso, in via eccezionale, considerato l’accaduto, di anticipare la pubblicazione del suo numero questa settimana e sarà disponibile in una cinquantina di edicole già oggi a Parigi.