…influenzò l’arte di Auguste Rodin. Ma era vero amore? Questo è quanto si legge in una lettera inviata dal manicomio da Camille al fratello Paul: “(…) sono 17 anni che Rodin e i mercanti di oggetti d’arte mi hanno spedita a far penitenza nei manicomi. Dopo essersi impossessati dell’opera di tutta la mia vita… Il mio povero atelier, qualche povero mobile, qualche utensile che mi ero forgiata io stessa, la mia povera piccola casa eccitavano ancora la loro cupidigia! – L’immaginazione, il sentimento, il nuovo, l’imprevisto che nasce da uno spirito evoluto…

via Camille Claudel: l’amore che… — Mme3bien