Voi cosa ne pensate?Firmerete la petizione?

2019-02-20 15.31.07.png

 

2019-02-20 15.31.39.png

Chiediamo l’immediata abrogazione dell’articolo 29, comma 1-quater, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14e successive modifiche.

Si tratta di una modifica alla legge sul trasporto pubblico locale con la quale si condiziona fortemente la concorrenza nel settore, a danno di clienti ed NCC.

Tale modifica è stata già oggetto di parere contrario di: Antitrust, Agicom, ART (autorità di regolazione dei trasporti), Codacons.

Nonostante ciò il governo ha introdotto le modifiche senza interpellare le associazioni di categoria.

Lanciata da un operatore della Penisola Sorrentina, Nello Russo, la petizione è stata immediatamente accolta dagli operatori della Costiera Amalfitana che hanno rilanciato la raccolta di firme. In meno di 20 ore sono già più di 1500 le firme raccolte.

Chiara Furco, responsabile di uno dei Tour Operator più grandi in Costa d’Amalfi (Sovi Turismo Sunland ndr)ha dichiarato: “Firmare questa petizione è molto importante! La stagione è alle porte ed è in ballo tutta l’organizzazione turistica oltre che tantissimi posti di lavoro

Per aderire alla petizione e firmare on line ecco il link diretto :

https://www.change.org/p/sergio-mattarella-abrogazione-legge-ammazza-ncc

Articolo preso da : https://www.positanonotizie.it/it/politica-22/abrogazione-legge-ammazza-ncc-su-change-org-nello-933/article

(( Art. 7-bis Sospensione dell’efficacia di disposizioni in materia di trasporto di persone mediante autoservizi non di linea 1. Nelle more della ridefinizione della disciplina dettata dalla legge 15 gennaio 1992, n. 21, in materia di trasporto di persone mediante autoservizi non di linea, da effettuare nel rispetto delle competenze attribuite dal quadro costituzionale e ordinamentale alle regioni ed agli enti locali, l’efficacia dell’articolo 29, comma 1-quater, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, e’ sospesa fino al 30 giugno 2009. ))

Riferimenti normativi: – La legge 15 gennaio 1992, n. 21 recante «Legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea» e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 23 gennaio 1992, n. 18. – Si riporta il testo del comma 1-quater dell’art. 29 del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207 (Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni finanziarie urgenti), convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14: «1-quater. Alla legge 15 gennaio 1992, n. 21, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) l’articolo 3 e’ sostituito dal seguente: «Art. 3 (Servizio di noleggio con conducente). – 1. Il servizio di noleggio con conducente si rivolge all’utenza specifica che avanza, presso la rimessa, apposita richiesta per una determinata prestazione a tempo e/o viaggio. 2. Lo stazionamento dei mezzi deve avvenire all’interno delle rimesse o presso i pontili di attracco. 3. La sede del vettore e la rimessa devono essere situate, esclusivamente, nel territorio del comune che ha rilasciato l’autorizzazione»;

b) dopo l’articolo 5, e’ inserito il seguente:

«Art. 5-bis (Accesso nel territorio di altri comuni).

– 1. Per il servizio di noleggio con conducente i comuni possono prevedere la regolamentazione dell’accesso nel loro territorio o, specificamente, all’interno delle aree a traffico limitato dello stesso, da parte dei titolari di autorizzazioni rilasciate da altri comuni, mediante la preventiva comunicazione contenente, con autocertificazione, l’osservanza e la titolarita’ dei requisiti di operativita’ della presente legge e dei dati relativi al singolo servizio per cui si inoltra la comunicazione e/o il pagamento di un importo di accesso»;

c) all’articolo 8, il comma 3 e’ sostituito dal seguente: «3. Per poter conseguire e mantenere l’autorizzazione per il servizio di noleggio con conducente e’ obbligatoria la disponibilita’, in base a valido titolo giuridico, di una sede, di una rimessa o di un pontile di attracco situati nel territorio del comune che ha rilasciato l’autorizzazione»; d) all’articolo 11, i commi 3 e 4 sono sostituiti dai seguenti: «3. Nel servizio di noleggio con conducente, esercitato a mezzo di autovetture, e’ vietata la sosta in posteggio di stazionamento su suolo pubblico nei comuni ove sia esercito il servizio di taxi. In detti comuni i veicoli adibiti a servizio di noleggio con conducente possono sostare, a disposizione dell’utenza, esclusivamente all’interno della rimessa. I comuni in cui non e’ esercito il servizio taxi possono autorizzare i veicoli immatricolati per il servizio di noleggio con conducente allo stazionamento su aree pubbliche destinate al servizio di taxi. Ai veicoli adibiti a servizio di noleggio con conducente e’ consentito l’uso delle corsie preferenziali e delle altre facilitazioni alla circolazione previste per i taxi e gli altri servizi pubblici. 4. Le prenotazioni di trasporto per il servizio di noleggio con conducente sono effettuate presso la rimessa. L’inizio ed il termine di ogni singolo servizio di noleggio con conducente devono avvenire alla rimessa, situata nel comune che ha rilasciato l’autorizzazione, con ritorno alla stessa, mentre il prelevamento e l’arrivo a destinazione dell’utente possono avvenire anche nel territorio di altri comuni. Nel servizio di noleggio con conducente e’ previsto l’obbligo di compilazione e tenuta da parte del conducente di un ‘foglio di servizio’ completo dei seguenti dati:

a) fogli vidimati e con progressione numerica;

b) timbro dell’azienda e/o societa’ titolare della licenza. La compilazione dovra’ essere singola per ogni prestazione e prevedere l’indicazione di:

1) targa veicolo;

2) nome del conducente;

3) data, luogo e km. di partenza e arrivo;

4) orario di inizio servizio, destinazione e orario di fine servizio;

5) dati del committente. Tale documentazione dovra’ essere tenuta a bordo del veicolo per un periodo di due settimane»; e) dopo l’articolo 11, e’ inserito il seguente:

«Art. 11-bis (Sanzioni).

– 1. Fatto salvo quanto previsto dagli articoli 85 e 86 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e dalle rispettive leggi regionali, l’inosservanza da parte dei conducenti di taxi e degli esercenti il servizio di noleggio con conducente di quanto disposto dagli articoli 3 e 11 della presente legge e’ punita:

a) con un mese di sospensione dal ruolo di cui all’articolo 6 alla prima inosservanza;

b) con due mesi di sospensione dal ruolo di cui all’articolo 6 alla seconda inosservanza;

c) con tre mesi di sospensione dal ruolo di cui all’articolo 6 alla terza inosservanza;

d) con la cancellazione dal ruolo di cui all’articolo 6 alla quarta inosservanza.».

Preso da : http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaArticolo?art.progressivo=0&art.idArticolo=7&art.versione=1&art.codiceRedazionale=09A04321&art.dataPubblicazioneGazzetta=2009-04-11&art.idGruppo=0&art.idSottoArticolo1=10&art.idSottoArticolo=2&art.flagTipoArticolo=0http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaArticolo?art.progressivo=0&art.idArticolo=7&art.versione=1&art.codiceRedazionale=09A04321&art.dataPubblicazioneGazzetta=2009-04-11&art.idGruppo=0&art.idSottoArticolo1=10&art.idSottoArticolo=2&art.flagTipoArticolo=0