Sole d’inverno di Giosuè Carducci:


Girosblog

Sole d’inverno:

Nel solitario verno de l’anima
spunta la dolce imagine,
e tocche frangonsi tosto le nuvole
de la tristezza e sfumano.

Già di cerulea gioia rinnovasi
ogni pensiero: fremere
sentomi d’intima vita gli spiriti:
il gelo inerte fendesi.

Già de’ fantasimi dal mobil vertice
spiccian gli affetti memori,
scendon con rivoli freschi di lacrime
giú per l’ombra del tedio.

Scendon con murmuri che a gli antri chiamano
echi d’amor superstiti
e con letizia d’acque che a’ margini
sonni di fiori svegliano.

Scendono, e in limpido fiume dilagano,
ove le rive e gli alberi
e i colli e il tremulo riso de l’aere
specchiasi vasto e placido.

Tu su la nubila cima de l’essere,
tu sali, o dolce imagine;
e sotto il candido raggio devolvere
miri il fiume de l’anima.

Di Giosuè Carducci.

COMMETTE UN REATO E HA LA SPESA GRATIS PER 1 MESE!!!


Maria Rosa da Catania é una signora disoccupata e malata. Pur non avendo necessità vitali ha sottratto con destrezza un pezzo di formaggio. Ricordiamo a tutti che questo atto é un reato e non deve passare come normale aiuto di sé stessi. Rimane sempre la parola ed il conforto con altre persone alle quali si dovrebbe chiedere aiuto. É  passato come un atto di  coraggio e, le è stato offerto un buono per un mese di spesa gratis,  da effettuare sempre nello stesso supermercato. Lascio a voi la riflessione.

Foto prese da: https://mobile.twitter.com/mattino5

 


BUONANOTTE A TUTTI.

Testo :

Un’altra notte, questa notte, porta canti per i sognatori,

racconta favole, porta odori, che hanno il gusto della libert?,

un’altra notte, questa notte, ruba l’ombra e fugge via,

solo attimi di poesia, non c’? luce nella citt?,

e buonanotte ai sognatori,

sognatori di questa vita,

e buonanotte ai perdenti,

perch? vincano una partita,

e buonanotte ai pescatori,

ed alle loro lampare,

a chi cammina per il mondo,

sempre avanti come il mare.

Un’altra notte, questa notte, porta canti per i sognatori,

racconta favole, porta odori, che hanno il gusto della libert?,

un’altra notte, questa notte, ruba l’ombra e fugge via,

solo attimi di poesia, non c’? luce nella citt?,

e buonanotte ai sognatori,

sognatori di questa vita,

e buonanotte ai perdenti,

perch? vincano una partita,

e buonanotte ai pescatori,

ed alle loro lampare,

a chi cammina per il mondo,

sempre avanti come il mare,

e buonanotte ai sognatori,

sognatori di questa vita,

e buonanotte ai perdenti,

perch? vincano una partita,

e buonanotte ai pescatori,

ed alle loro lampare,

a chi cammina per il mondo,

sempre avanti come il mare…

Video preso da :

https://m.youtube.com/watch?v=OWnoQok1NiE.

DUE CANZONI MERAVIGLIOSE SULLA NOTTE:


Giros

Testo:

Non basta un raggio di sole in un cielo blu come il mare

perché mi porto un dolore che sale, che sale
Si ferma sulle ginocchia che tremano
e so perché.
E non arresta la corsa lui non si vuole fermare
perché è un dolore che sale, che sale e fa male
Ora è allo stomaco fegato vomito fingo ma c’è
E quando arriva la notte
e resto sola con me,
la testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché,
né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà
La vita può allontanarci l’amore continuerà.
Lo stomaco ha resistito anche se non vuol mangiare
Ma c’è il dolore che sale che sale e fa male
Arriva al cuore lo vuole picchiare più forte di me
Prosegue nella sua corsa si prende quello che resta
ed in un attimo esplode e mi scoppia la testa
Vorrebbe una risposta, ma in fondo risposta non c’è
Il sale scende dagli occhi,
il sole adesso dov’è
Mentre il dolore sul foglio è
seduto qui accanto a me.
Che le parole nell’aria sono parole a metà
Ma queste sono già scritte
e il tempo non passerà
Ma quando arriva la notte, la notte
e resto sola con me
La testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché
Né vincitori né vinti
si esce sconfitti a metà
La vita può allontanarci l’amore poi continuerà
E quando arriva la notte, la notte
e resto sola con me
La testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché
Né vincitori né vinti, si esce sconfitti a metà
L’amore può allontanarci la vita poi, continuerà
continuerà
continuerà.

Testo:

Se il giorno posso non pensarti

La notte maledico te
E quando infine spunta l’alba
C’è solo vuoto intorno a me
La notte tu mi appari immensa
Invano tento di afferrarti
Ma ti diverti a tormentarmi
La notte tu mi fai impazzire
La notte
Mi fa impazzire
Mi fa impazzire
E la tua voce fende il buio
Dove cercarti non lo so
Ti vedo e torna la speranza
Ti voglio tanto bene ancora
Per un istante riappari
Mi chiami e mi tendi le mani
Ma il mio sangue si fa ghiaccio
Quando ridendo ti allontani
La notte
Mi fa impazzire
Mi fa impazzire
Il giorno splende in piena pace
E la tua immagine scompare
Felice tu ritrovi l’altro
Quell’altro che mi fa impazzire
La notte
Mi fa impazzire
Mi fa impazzire
Mi fa impazzire.

Video presi da :https://m.youtube.com.

LE CAUSE DI FORUM MEDIASET SONO FATTE DA ATTORI SEMI PROFESSIONISTI!!!


Forum, parlano i contendenti-attori: “Abbiamo un copione, facciamo la parte. Ci dicono tutto, anche quando arrabbiarci o piangere”

Sia chiaro: è il segreto di Pulcinella e nessuno ne ha mai fatto mistero. Qualche anno fa Barbara Palombelli svelò in prima persona l’arcano al settimanale Tivù: “A volte, poche, vengono in studio i diretti interessati. Altrimenti noi facciamo interpretare le parti in causa da chi, per un verso e per l’altro, è stato coinvolto realmente in vicende simili. Si fa un casting pazzesco, perché le persone devono saper rappresentare in modo credibile le ragioni dei contendenti. I nostri protagonisti non recitano, interpretano ragioni e ruoli che hanno già sostenuto nella loro vita reale”, disse. Ma la situazione non è mai stata palesata nel programma.Neppure nei titoli di coda è specificato che i contendenti provengono dalle scuole di recitazione e che spesso neanche si conoscono nella vita di tutti i giorni (invece lo era nel programma concorrente A torto o a ragione): tutto, insomma, gioca sull’equivoco in un teatrino televisivo.

Gran parte dei telespettotori non sono consci di quel che è davvero Forum. Qualche giorno fa ci siamo imbattuti in questo commento su Facebook: “Qualche mese fa un mio amico ha litigato col fratello poiché quest’ultimo (attore non professionista), partecipando a Forumaveva raccontato di avere un fratello con una condotta parecchio discutibile. Quella in trasmissione era una recita. Nessuno però lo aveva specificato. Di conseguenza, la gente quando incontrava il mio amico cercava di evitarlo”. Insomma, c’è una gran confusione, anche se non ci sarebbe nulla di male nel rendere palese il fatto che degli attori mettono in scena delle vere cause da archivi dei Tribunali.

Ilfattoquotidiano.it ha voluto vederci chiaro e per questo ha interpellato alcuni dei tanti attori che hanno partecipato al programma:chiunque faccia l’attore per diletto sembra avere all’attivo almeno una partecipazione al tribunale di Canale 5, e non è difficile trovare qualcuno disposto a parlare. “Non mi definirei un attore, non sono un professionista, ma svariati anni fa ho fatto un provino tramite la Corima Produzioni e da allora ho partecipato a 4-5 puntate solo per profitto”, ci racconta un contendente che preferisce rimanere anonimo. Sì, perché molti di loro prendono parte per il gettone di presenza, che varierebbe dai 250 ai 500 euro a puntata, più le spese di trasporto e alloggio. Alcuni tornano pure per più puntate per interpretare ruoli diversi (ma si può solo dopo un paio di anni, anche se esistono le eccezioni), mentre altri devono mettere in scena il parente di colleghi che hanno accenti provenienti da tutt’altre zone d’Italia.

A noi viene dato una sorta di copione la mattina stessa – continua la nostra fonte -. Chi è capace di realizzare la messa in scena nel giro di due ore diventa il protagonista della storia della mattina in diretta, altrimenti viene arruolato per lo spazio del pomeriggio di Rete 4, che è registrato”. “Ci chiudono in una stanzina per alcune ore insieme a tutti i personaggi di quella causa con l’autore che ha scritto alla causa per provare tutti insieme: ti inculcano la parte per ore. Alla fine sei così esaurita che entri davvero nella parte del personaggio. Ti chiedono pure se preferisci un nome fittizio o il tuo reale”, aggiunge un’altra. “Ma non è vero che gli attori vengono scelti solo se hanno storie simili nella vita, assolutamente (ride, ndr) – continua l’attore di prima -. Una volta ho interpretato l’amante di una mia amica, anche lei attrice, e figuriamoci se era la mia amante. Un’altra volta ero il padre di un figlio drogato e il mio vero figliolo mi chiamò, incazzato, per dirmi “Ma papà, che figure mi fai fare?”. Mica ho il figlio drogato. I fraintendimenti ci possono essere”.

Dunque, se le cause sono sostenute da un copione, perché le urla, le agitazioni, le situazioni portate all’estreme conseguenze sono pressoché all’ordine del giorno? “Perché ce lo chiedono, è logico. Loro cercano persone con molta dialettica per reggere una diretta, poi ci danno delle indicazioni. “Qui cerca di arrabbiarti”, “Qui devi fare in modo che lei reagisca”, “Se ci riesci, prova a piangere”: ci sono anche situazioni di questo genere. Lo fanno per fare audience, niente di più”, conclude la nostra fonte. “Dietro le quinte ci sono anche dei suggeritori e se non sei abbastanza sveglio ti dicono cosa dire”, racconta un’altra. “Io ho interpretato una ragazza che chiedeva il divorzio da un ragazzo appena sposato e ho dovuto passare mesi a giustificarmi con dei parenti alla lontana che mi chiedevano perché neanche l’avessi invitati al matrimonio (ride, ndr). Io faccio anche l’insegnante di recitazione e spesso mi arrivano anche degli showreel con i video della partecipazione a Forum. Per tanti è un motivo di vanto”.

Articolo preso da:

https://www.google.com/amp/s/www.ilfattoquotidiano.it/2018/03/23/forum-parlano-i-contendenti-attori-abbiamo-un-copione-facciamo-la-parte-ci-dicono-tutto-anche-quando-arrabbiarci-o-piangere/4246276/amp/

NON CREDETE A TUTTO QUELLO CHE VEDETE IN TV.

FEDERICA GALUPPI IL CINEMA È LA SUA PASSIONE.


Girosblog

Federica Galuppi, nasce a Roma il 6/8/1995, figlia di Sabrina Savona, dott.ssa in Legge e Fabrizio Galuppi, geometra ed imprenditore. Fin da piccola cresce sui libri e codici della mamma, ma la sua passione per la recitazione colpisce la sua anima fin dalla giovane età di 2 anni,  quando il padre, proprietario di un locale di animazione, le permette di muovere i primi passi sul palcoscenico, sfondando ogni muro di timidezza. Spinta però anche dalla irruente cultura della mamma, dopo aver terminato gli studi obbligatori, Federica si diploma al Liceo Classico e si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza presso l’Università Tor Vergata di Roma portando avanti sia la strada già intrapresa dalla madre, sia gli studi per la carriera a cui lei si sentiva legata. Così, nel 2018, dopo anni intensi di studi presso scuole e Accademie di Recitazione, arriva l’idea di “Matilde”.

Data la sua gavetta da attrice, e dopo aver calcato diversi palcoscenici nell’ambito teatrale, arrivano le prime grandi proposte, tra cui la sitcom “Sex Single”, curata da Ennio Coltorti e una collaborazione sul set del cortometraggio “Il Silenzio di Jill” di Daniele Tullio, anche lui giovane regista. Decisa e testarda a rubare con gli occhi tutto quello che vedeva accadere davanti a lei sul set, prende coraggio e dopo aver creato un cast e una troupe di lavoro, la sua “Matilde” diventa realtà. 

Da attrice, per la prima volta Federica Galuppi, si veste anche del ruolo di regista, affiancata da persone che come lei hanno creduto nel suo progetto e che l’hanno potuta seguire a rispecchiare le regole di un mestiere da lei sconosciuto, quello di direttrice. 

A fianco a lei ci sono Daniele Tullio, nominato precedentemente, Max Giubilei come direttore di fotografia e Amedea Alescio, sua aiuto-regista, impegnata a dirigere lei i lavori, quando la stessa Federica era impegnata davanti la telecamera, avendo lavorato anche come attrice nel cortometraggio insieme agli attori: Claudio Ricci, Giacomo Perrone, Giulio Dicorato, Simone D’Acuti e Vincenzo Corrado. 

Articolo preso da:

https://www.mondospettacolo.com/federica-galuppi-il-cinema-e-la-mia-passione/

Video preso da : https://m.youtube.com/watch?v=ivJi4cVw6_o.

 

Le sorprese Kinder non sono più le stesse :


Ovetti Kinder nella bufera: una sorpresa accusata di essere “razzista”. L’azienda chiede scusa

Ovetti Kinder nella bufera per la sorpresa 'razzista': ecco cosa è successo

IL COCKTAIL NEGRONI COMPIE 100 ANNI:


Girosblog

Il Negroni compie 100 anni, per festeggiare il cocktail rosso rubino Firenze organizza una competizione tra barman.

Firenze – Un terzo di martini rosso, un terzo di campari e un terzo di gin. Il tutto servito in un bicchiere vecchio stile, con mezza fetta d’arancia. Il Negroni, uno dei cocktail più diffusi nel mondo, compie 100 anni. Si dice che il Negroni sia stato miscelato per la prima volta presso il Caffè Casoni di Via de’ Tornabuoni, oggi Caffè Giacosa. Secondo la leggenda, questo celebre bar fiorentino era il ritrovo abituale del Conte Camillo Negroni. Un pomeriggio il nobiluomo stanco di bere il solito Americano, chiese al barman di modificare il suo drink aggiungendo una spruzzata di gin al posto del selz. Chiese on insistenza il gin perchè era rientrato di recente da un viaggio nel Regno Unito dove aveva apprezzato questo distillato. Da quel momento il cocktail rosso rubino è entrato nel mito. Nel 2019 si celebrerà  il centesimo anniversario del cocktail e Firenze si prepara a festeggiare la ricorrenza con la sesta edizione della ’Campari barman competition’, fissata per il 15 gennaio al cinema Odeon.

Articolo preso da : https://www.google.com/amp/s/www.ilmessaggero.it/AMP/italia/negroni_firenze_campari_cocktail_alcolici_martini-4127312.html.

Video preso da : https://m.youtube.com/watch?v=ZQ2Sk3TLHZw.

 

QUESTE COSE NON DEVONO ACCADERE!!!!!


Aeronautica, allieva pilota denuncia: “Io, vittima di nonnismo”. Trenta: “Fatto gravissimo. Chi deve pagare, pagherà”

La storia di Giulia Jasmine Schiff è stata riportata dal Correre della Sera. La sergente e atleta dei 3mila metri siepi, dopo le lamentele, è stata espulsa dall’Accademia. Quindi ha sporto denuncia alla procura di Roma e ha presentato il video del “battesimo del volo”. Nelle immagini urla: “Ahia, mi fate male”. La ministra della Difesa: “Sto seguendo con attenzione il caso”

Lei scende dall’aereo militare, i compagni la prendono e la sollevano sopra le loro teste. La ragazza grida “ahia, mi fai male“, ma loro continuano fino a sbatterla a mo’ di ariete contro l’ala di un velivolo, per poi buttarla in piscina. Infine risate, con tanto di pacche e ‘botte’, e lei che piange e si lamenta. È il “battesimo del volo“. Un rituale cameratesco, utilizzato a ogni fine corso dagli allievi pilota della Aeronautica militare. E proprio da questa particolare tradizione, documentata con un video, parte la denuncia del sergente Giulia Jasmine Schiff, ora espulsa dal corpo militare, rivelata dal Corriere della Sera. “Atti di nonnismo” che la 20enne veneta ha riportato alla Procura di Roma, consegnando insieme all’atto di denuncia delle immagini e delle clip come testimonianza, e che hanno spinto il pm Antonella Masari ad aprire un fascicolo d’inchiesta che vede iscritti già molti indagati. “È un fatto gravissimo, che sto seguendo con attenzione. C’e una indagine in corso e chi deve pagare, pagherà”, ha commentato la ministra della Difesa, Elisabetta Trenta, che ha subito chiesto chiarimenti allo Stato Maggiore dell’Aeronautica. Dall’Accademia però non hanno dubbi: “Si è vendicata dell’espulsione”.

La storia inizia a gennaio 2018, quando a soli 20 anni Giulia, originaria di Mira, in provincia di Venezia, vince il concorso per l’ammissione di dieci allievi ufficiali di complemento dell’Aeronautica che consente di ottenere il brevetto di pilota militare. Su oltre 2000 candidati all’Acccademia di Pozzuoli, lei arriva quarta. Nonostante la passione per lo sport (è un’atleta dei 3000 metri siepi), il suo sogno è “volare“, complice anche il padre, pilota civile. Così dal Veneto, Giulia si trasferisce in Campania, poi in Lazio, alla Scuola di volo a Latina, tappa obbligata del percorso formativo. Il sogno comincia a trasformarsi in incubo il 7 aprile, giorno dell’iniziazione: la prova come singolo e il conseguente “battesimo”. “Io ero contraria, loro irremovibili: ti spaccheremo i denti sull’ala dell’aereo”, racconta lei stessa. Ma dall’Accademia la pensano diversamente. “È la tradizione, ovvero quello che fanno a tutti gli allievi, di accademia e di complemento, alla fine del corso”, spiega un ufficiale al padre della 20enne, secondo quanto riferito dal Corriere, preoccupato dopo aver visto il filmato del rito. Così, solo per il fatto di aver parlato del rituale, senza averlo ancora denunciato, Giulia diventa la “pecora nera” del corso e, a detta sempre della ragazza, subisce continue vessazioni. “Mi punivano per qualsiasi sciocchezza, una pesca addentata a un metro dalla zona consentita, una chiacchiera sulle scale…”.

Articolo preso da :

https://www.google.com/amp/s/www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/16/aeronautica-allieva-pilota-denuncia-io-vittima-di-nonnismo-trenta-fatto-gravissimo-chi-deve-pagare-paghera/4902172/amp/

Video preso da : https://m.youtube.com/watch?v=L3kPba99PoQ.

Queste cose non devono succedere in un paese civile sono cose da barbari !!!

 

 

Fiordaliso”Non voglio mica la luna”.


Giros

TESTO IN ITALIANO:

Vorrei due ali d’aliante
Per volare sempre più distante
E una baacca sul fiume
Per pulirmi in pace le mie piume
Un grande letto sai
Di quelli che non si usan più
Un giradischi rotto
Che funzioni però
Quando sono giù un po’.

Non voglio mica la luna
Chiedo soltanto di stare
Stare in disparte a sognare
E non stare a pensare più a te

Non voglio mica la luna
Chiedo soltanto un momento
Per riscaldarmi la pelle
Guardare le stelle
E avere più tempo più tempo per me.
Con gli occhi pieni di vento
Non ci si accorge dov’è il sentimento
Tra i nostri rami intrecciati
Troppi inverni sono già passati
Io vorrei defilarmi per i fatti miei
Io saprei riposarmi ma tu
Non cercarmi mai più.

Non voglio mica la luna
Chiedo soltanto di andare
Di andare a fare l’amore
Ma senza aspettarlo da te

Non voglio mica la luna
Chiedo soltanto un momento
Per riscaldarmi la pelle guardare le stelle
E avere più tempo più tempo per me.

 TESTO IN SPAGNOLO:

Yo no quiero la luna 

Quisiera dos alas de planeador
para volar cada vez más lejos,
y una cabaña sobre el río
para lavarme en paz mis plumas.
Un gran lecho, sabes,
de ésos que ya no se usan.
Un tocadiscos roto
pero que funcione
cuandó esté algo baja de moral.

Yo no quiero la luna,
sólo pido estar,
estar aparte para soñar
y no estar pensando más en ti.

Yo no quiero la luna,
sólo pido un momento
para calentarme la piel,
mirar las estrellas
y tener más tiempo, más tiempo para mí.

Con los ojos llenos de viento
uno no se da cuenta dónde está el sentimiento.
Entre nuestras ramas entrelazadas,
ya han pasado demasiados inviernos.
Yo quisiera decidirme por mis propios asuntos,
yo sabría cómo descansar pero tú
no me busques nunca más.

Yo no quiero la luna,
sólo pido ir,
ir y hacer el amor
pero sin esperarlo de ti.

Yo no quiero la luna,
sólo quiero un momento
para calentarme la piel,
mirar las estrellas
y tener más tiempo, más tiempo para mí.

Yo no quiero la luna,
yo sólo quiero hacer un poco el amor contigo.

Yo no quiero la luna,
yo sólo pido ir y estar contigo.

Yo no quiero la luna,
sólo pido ir,
ir y hacer el amor
pero sin esperarlo de ti.

Yo no quiero la luna,
sólo quiero un momento
para calentarme la piel,
mirar las estrellas
y tener más tiempo, más tiempo para mí.

LA TISANA :


tisana-dissetante-640x317

In commercio esistono molti tipi di tisane dalle molteplici proprietà.

Alcune sono già pronte tra gli scaffali dell’erbborista o del supermercato, altre vanno scelte accuratamente a seconda  dei probblemi di ogni individuo. Tra le principali e più utilizzate ci sono le tisane depurative, tisane lassative e quelle per dormire.

Tisana depurativa:

Per ottenere la tisana si dovrà far bollire una tazza d’acqua 500 ml e successivamente aggiungere 1 cucchiaio di semi di lino 15 gr. , 1 cucchiaio di menta 15gr., 1 cucchiaio di tarassaco 15gr., 1 cucchiaio di foglie di ortica secche 15 gr.

lasciandoli in infusione per qualche minuto.

Fare riposare per 20 minuti, filtrare e bere una tazza a stomaco vuoto e altre due mezz’ora dopo i pasti principali.

foto presa da :

https://www.google.com/search?q=tisana&client=ms-android-samsung&prmd=visn&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=2ahUKEwj1-qKqsPLfAhVHjqQKHVlGDGYQ_AUoAnoECA8QAg&biw=360&bih=560


Con quale frequenza si verifica una “Luna di sangue”?

In termini di eventi lunari, un’eclissi totale non è così frequente. Una Luna di sangue solitamente si verifica circa 2 volte ogni 3 anni. Tuttavia, il numero di eclissi lunari totali in un anno varia. In genere, la quantità di eclissi totali di luna in un anno va da nessuna a 3. La NASA spiega: “In qualsiasi anno solare, il numero massimo di eclissi è 4 solari e 3 lunari”. Articolo preso da :

https://www.google.com/amp/www.meteoweb.eu/2018/07/eclissi-luna-27-luglio-frequenza/1128182/amp/

La prossima eclissi lunare totale avverrà il  26 maggio 2021.

LA LUNA:


Girosblog

Testo della canzone “La Luna”

Di Angelo Branduardi:

Un giorno all’improvviso
la luna si stancò
di guardare il mondo di lassù;
prese una cometa,
il volto si velò
e fino in fondo al cielo camminò.
E sorpresa fù
che la bianca distesa
non fosse neve.
Eran solo sassi
e i piedi si ferì,
piangendo di nascosto lei fuggì.
Affrontare il mondo a piedi nudi
non si può
e dall’alto a spiarlo lei restò.
E sorpresa non è più
che la bianca distesa
non sia neve.

Video preso da:

https://m.youtube.com/watch?v=wdu0kXSGwUQ.

AUDIO LETTURA DI GIULIA SEGRETI.


 

DUE VOCI BELLISSIME :

Giulia Segreti E  Barone Mark Kheel

LI TROVATE QUA:

PAGINA FACEBOOK GIULIA SEGRETI: https://www.facebook.com/GiuliaSegret… 

INSTAGRAM GIULIA SEGRETI: https://www.instagram.com/giuliasegreti/

INSTAGRAM BARONE MARK KHEEL: https://www.instagram.com/baronemarkk…

PAGINA FACEBOOK BARONE MARK KHEEL: https://www.facebook.com/BaroneMarkKh…

Video preso da :

https://m.youtube.com/watch?v=86EoDy2asJ4&t=25shttps://m.youtube.com/watch?v=86EoDy2asJ4&t=25s.

 

 

 

NON È LA PRIMA VOLTA!!!


20190115_124922

Celentano e gli spot tv di Adrian a tutto volume: «Si alza da solo». Sui social scoppia il caso!!!

Ha finalmente una data di messa in onda Adrian, il graphic novel animato di Adriano Celentano, progetto al quale l’artista lavora da tempo: la serie, in nove puntate, partirà il 21 e 22 gennaio su Canale 5 per poi proseguire il lunedì sera. Ma prima ancora del debutto sui social è già scattata la prima polemica legata al volumetroppo alto degli spot che reclamizzano lo show.

A quanto pare il volume del televisore si alza automaticamente e all’improvviso costringendo a correre alla ricerca del telecomando per abbassare. A denunciarlo sono in molti, soprattutto su Twitter. Il caso è curioso, anche perché c’è un precedente e riguarda sempre Celentano: polemiche analoghe, infatti, si scatenarono nel 2013 ai tempi degli spot che pubblicizzavano il programma Rock Economy.

Ecco alcuni dei messaggi comparsi in rete: «Celentano, ci sentiamo, perché pubblicità e servizi su ti te hanno sempre questo volume così alto?»; «Fino a quando, guardando le reti Mediaset, il volume del televisore si alzerà magicamente alla pubblicità del cartone animato di Celentano?!?»; «Ecco che riparte la corsa al telecomando per abbassare il volume quando trasmettono la pubblicità di Adriano Celentano»; «Puoi tenere il volume della televisione il più basso che vuoi ma appena arriva la pubblicità di Celentano prenderai sempre un colpo dallo spavento».

Articolo preso da:

https://www.google.com/amp/s/www.ilmessaggero.it/AMP/televisione/celentano_volume_spot_adrian_tv-4230721.html

Non è la prima volta che gli spot pubblicitari di eventi o promo di programmi di Adriano Celentano che verranno trasmessi in tv, pubblicizzati con un volume che supera il limite di decibel consentito che comunque viene modificato da quello programmato.

È un suo programma e lui non decide nulla? 

Punto a grana di riso.


Gi

Se vuoi eseguire un lavoro a punto grana di riso, il numero di maglie da mettere sul ferro deve essere dispari, ed esattamente deve essere pari un multiplo di 2.

1º ferro:  1 maglia diritta (d) + 1 maglia rovescia (r). Ripeti da * a * e termina il ferro con 1 maglia diritta e poi con 1 maglia rovescia.

2° ferro: *1 dir., 1 rov.” ripetere da * a * fino a fine ferro, 1 dir.

3° ferro e avanti: ripetere dal 1° ferro.

 


DEVE PAGARE SCONTANDO LA SUA PENA!!!

FINE PENA MAI!!!

5dbaf600b969f7fa122b49f68d4eeaeb

“Cesare Battisti in Italia: “Ora so che andrò in prigione”. Bonafede: “Andrà a Oristano”

Cesare Battisti ha parlato con i funzionari dell’Antiterrorismo che l’hanno accolto all’aeroporto di Ciampino, dove è arrivato dalla Bolivia: “So che andrò in carcere” sono state le sue prime parole. Il ministro della Giustizia Bonafede ha rivelato che l’ex terrorista sarà trasferito nel carcere di Oristano, e non di Rebibbia, per scontare i due ergastoli a cui è stato condannato.


20190113_160855

Io voglio del ver la mia donna laudare:

Io voglio del ver la mia donna laudare
Ed assembrarli la rosa e lo giglio:
più che stella diana splende e pare,
e ciò ch’è lassù bello a lei somiglio.

Verde river’ a lei rasembro a l’are,
tutti color di fior’, giano e vermiglio,
oro ed azzurro e ricche gioi per dare:
medesmo Amor per lei rafina meglio.

Passa per via adorna, e sì gentile
ch’abassa orgoglio a cui dona salute,
e fa ‘l de nostra fé se non la crede:

e no ‘lle po’ apressare om che sia vile;
ancor ve dirò c’ha maggior vertute:
null’om po’ mal pensar fin che la vede.

Di Guido Guinizelli.

 


Un buon leader ispira le persone ad avere fiducia nel leader, un grande leader ispira le persone ad avere fiducia in se stesse.
Di Eleanor Roosevelt.

Video preso da : https://m.youtube.com/watch?v=_EVj6pazeOQ.

Testo:

Generale dietro la collina
Ci sta la notte cruccia e assassina
E in mezzo al prato c’è una contadina
Curva sul tramonto sembra una bambina
Di cinquant’anni e di cinque figli
Venuti al mondo come conigli
Partiti al mondo come soldati
E non ancora tornati
Generale dietro la stazione
Lo vedi il treno che portava al sole
Non fa più fermate neanche per pisciare
Si va dritti a casa senza più pensare
Che la guerra è bella anche se fa male
Che torneremo ancora a cantare
E a farci fare l’amore, l’amore dalle infermiere
Generale la guerra è finita
Il nemico è scappato, è vinto, è battuto
Dietro la collina non c’è più nessuno
Solo aghi di pino e silenzio e funghi
Buoni da mangiare buoni da seccare
Da farci il sugo quando viene Natale
Quando I bambini piangono
E a dormire non ci vogliono andare
Generale queste cinque stelle
Queste cinque lacrime sulla mia pelle
Che senso hanno dentro al rumore di questo treno
Che è mezzo vuoto e mezzo pieno
E va veloce verso il ritorno
Tra due minuti è quasi giorno, è quasi casa, è quasi amore.


Girosblog

Video preso da : https://m.youtube.com/watch?v=k6h9gZkfcDM.

TESTO:

Io non so se mai si avvererà
Uno di quei sogni che uno fa
Come questo che
Non riesco a togliere dal cuore
Da quando c’è

Forse anche questo resterà
Uno di quei sogni che uno fa
Anche questo che
Sto mettendo dentro a una canzone
Ma già che c’è
Intanto che c’è
Continuerò
A sognare ancora un po’

Sarà sarà l’aurora
Per me sarà così
Come uscire fuori
Come respirare un’aria nuova
Sempre di più
E tu e tu amore
Vedrai che presto tornerai
Dove adesso non ci sei

Forse un giorno tutto cambierà
Più sereno intorno si vedrà
Voglio dire che
Forse andranno a posto tante cose
Ecco perché
Ecco perché
Continuerò
A sognare ancora un po’
Uno dei sogni miei
Quello che c’è in fondo al cuore non muore mai (no che non muore mai)
Se ci hai creduto una volta lo rifarai (no che non muore mai)
Se ci hai creduto davvero 
Come ci ho creduto io, io

Sarà sarà l’aurora
Per me sarà così
Sarà sarà di più ancora
Tutto il chiaro che farà

Sarà sarà l’aurora
Per me sarà così
Sarà sarà di più ancora
Tutto il chiaro che farà

Sarà sarà di più ancora
Tutto il chiaro che farà

Sarà sarà di più ancora
Tutto il chiaro che farà.


Bravissima scrittrice Elèonore G. Liddell.

Un piccolo assaggio dei bellissimi pensieri di Eléonore G. Liddell.

“Non più mi esprimo.
Mi comprimo.
Mi smorzo a candela.
Profumata di difesa.
Cera calda di insicurezze su parole che tagliano la gola.
Si nascondono nel cuore e ronzano nello stomaco.
Non le butto fuori.
Non oso.
Sono pietrificata passionalmente.
Brucio al suolo.
Mi sgretolo sulle orme di passi incerti.

Nel proprio inferno si cammina in punta di timori.”

♡ Guardate qua:

https://ilnobilecasatodeikingsdale.jimdo.com/citazioni/

 


La vita è il fuoco che brucia e il sole che dà luce. La vita è il vento, la pioggia e il tuono nel cielo. La vita è materia ed è terra, ciò che è e ciò che non lo è, e ciò che è oltre è nell’Eternità.
Di Lucio Anneo Seneca.

Girosblog

L’Alba.


C’è un momento in ciascuna alba in cui la luce è come sospesa; un istante magico dove tutto può succedere.    La creazione trattiene il suo respiro.

Di Douglas Adams.

Girosblog


Buona Notte 

Pensando alla buona notte mi sono venute in mente diverse canzoni molto belle.

1) Buonanotte Fiorellino

2) Buonanotte buonanotte

3) buona notte

A voi ne vengono in mente altre?


20190111_152707

I circuiti elettrici hanno rovesciato il regime del ‘tempo’ e dello ‘spazio’ e riversano su di voi istantaneamente e continuamente le preoccupazioni di tutti gli altri uomini. Hanno ricostruito il dialogo su scala globale. Il loro messaggio è la Trasformazione Totale, che mette fine al parrocchialismo psichico, sociale, politico ed economico.” 
Di HERBERT MARSHALL MCLUHAN.


GIROSBLOG

Il riposo non è ozio, e giacere qualche volta sull’erba in un giorno d’estate ascoltando il mormorio dell’acqua, o guardando le nuvole fluttuare nel cielo, è difficilmente uno spreco di tempo.
Di John Lubbock.


Girosblog

La luna:

La luna è una compagna fedele.
Non va mai via. È sempre di guardia, risoluta, ci conosce con il buio e con la luce, e come noi è in continua trasformazione. Ogni giorno è una versione diversa di se stessa. A volte tenue e pallida, altre intensa e luminosa. La luna sa cosa significa essere umani.
Insicuri. Soli. Butterati dalle imperfezioni
Di Tahereh Mafi.


Giro

Gli alberi:

Parlano poco gli alberi, si sa.

Passano tutta la vita meditando

e muovendo i loro rami.

Basta guardarli in autunno

quando si riuniscono nei parchi:

soltanto i più vecchi conversano,

quelli che donano le nuvole e gli uccelli,

ma la loro voce si perde tra le foglie

e assai poco percepiamo, quasi niente.

È difficile riempire un piccolo libro

coi pensieri degli alberi.

Tutto in essi è vago, frammentario.

Oggi, ad esempio, mentre ascoltavo il grido

di un tordo nero, di ritorno verso casa,

grido ultimo di chi non attende un’altra estate,

ho capito che nella sua voce parlava un albero,

uno dei tanti,

ma non so cosa fare di quel grido,

non so come trascriverlo.

Di Eugenio Montejo.

Da guardare!!


Fabrizio De André, 20 anni dalla morte di un grande artista.

Venti anni fa, l’11 gennaio 1999, la Liguria perdeva uno dei più grandi cantautori e uno dei personaggi che hanno fatto la sua storia.

Su Rai 1 alle 20:30 – Fabrizio De Andrè Parole e musica di un Poeta.

Foto prese da :

https://www.google.com/search?q=commemorazione+fabrizio+de+andrè+tv&client=ms-android-samsung&prmd=nvi&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=2ahUKEwjHydm62OPfAhWNM-wKHZ8IAs8Q_AUoA3oECA0QAw&biw=360&bih=560

Video preso da : https://m.youtube.com/watch?v=hipYK2igMSY.

 


Girosblog

Luce verde:

Diamanti e stelle cadute

in buchi neri di gioia perduta.

Eri la mia luce verde.

Ho creduto

per anni

nel tuo bagliore,

ma era un riflesso vuoto.

Era un brillare vacuo

solo nella mia testa

e ora sogno tempeste

e ricordi perduti.

Perseverare

Illude.

Luce ,

non c’eri.

Non ci sei mai stata.

Ti ho solo sfiorato.

E ora

tra le dita

ti spengo.

di Selene Coccato.