Vita da single, perché è vantaggiosa?

La vita da single è  sicuramente l’indipendenza.

Una persona non legata da una relazione può liberamente organizzarsi la vita, iniziando dalle piccole cose quotidiane alle decisioni più importanti ad esempio:

  • Il single può organizzare la propria giornata come meglio crede e in base agli orari che convengono di più;
  • Il single può prendere impegni all’ultimo minuto, senza dover dare spiegazioni a nessuno;

il single può decidere di uscire con gli amici senza suscitare nessuna gelosia, oppure di restare a casa in completa tranquillità.

Questi sono esempi della quotidianità ma, come ho affermato prima, l’indipendenza può coinvolgere anche decisioni più grosse, come scegliere di andare a studiare o lavorare in un’altra città o all’estero. Quest’ultimo punto è sempre molto critico per le coppie, in quanto le costringe a separarsi, ad iniziare una relazione a distanza, che può rivelarsi più difficile da gestire rispetto a quanto previsto. “Per 7 coppie su 10 infatti, vivere un rapporto d’amore a distanza non rappresenta un problema. Anzi, nella maggior parte dei casi, la lontananza dal proprio amato genera sentimenti positivi come senso di stabilità (75%) e intrigo (72%). Solo per il 29% del campione la distanza sarebbe motivo di minaccia per il rapporto, e non per la maggiore possibilità di fare nuovi incontri (33%), ma principalmente per la mancanza di fiducia che può venire a crearsi (49%) all’interno di un rapporto di questo tipo.” Essere single, quindi, è un aspetto molto positivo quando si tratta di questioni così delicate in quanto non si è influenzati o bloccati da nessuno e si può prendere la decisione in completa autonomia e tranquillità. Un altro aspetto positivo dell’essere single è sicuramente il fatto di poter utilizzare il proprio tempo libero per se stessi dedicandosi ai proprio hobby, interessi o per il riposo. Prendersi cura di se stessi è importante, dedicare del tempo al nostro corpo e alla nostra mente, è fondamentale, e spesso nella vita di coppia queste piccole attenzioni vengono sacrificate per la voglia di vedersi e stare insieme o molto spesso perché si sente l’obbligo di dover dedicare ogni minimo momento libero al proprio partner, facendo scivolare magari i nostri interessi e le nostre priorità in secondo piano.

Dove i matrimoni sono in ripresa, ma i divorzi crescono di più, con la conseguenza dell’aumentano dei single, fino al dato che sottolinea il 31,6% delle famiglie composte da una sola persona.