girosblog

Anche se vieni dagli altri ferito nulla ti serve legartela al dito perché sovente chi umilia di più vorrebbe avere le cose che hai tu!!!!


charlie hebdo genova-3

Charlie Hebdo, la vignetta sul crollo del ponte Morandi di Genova.

Charlie Hebdo è senza vergogna e riesce a superare ogni limite del cattivo gusto. Questa sarebbe satira? Per me non c’è nulla da ridere su 43 morti !!!! Forse ridete perchè non sono Francesi ma Italiani.

CHARLIE HEBDO FATE SCHIFO!!!

 


 

Luciano de Crescenzo, 90 anni.

c22af53df7ddb912798dbfb8239f16a8

Una sua poesia

Oggi il settanta per cento dell’umanità muore di fame… e il restante trenta per cento fa la dieta.

L’ingegnere di Napoli per l’IBM e poi tra arte, poeta, fotografo, filosofia e mitologia greca e cinema un artista polietrico a tutto tondo.

Attraverso la sua vita, i suoi libri e i suoi film, Luciano De Crescenzo ci trasmette delle emozioni.


2018-08-18 13.41.09

La morte non è niente di Henry Scott Holland.


La morte non è niente.
Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto.
Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.
Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza.
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo.
Rassicurati, va tutto bene.
Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata.
Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.


images

Emergenza sangue: appello ai donatori.

A causa di una carenza di sangue segnalata a livello regionale e nazionale, invitiamo chiunque sia idoneo a recarsi presso il centro trasfusionale di riferimento per donare il sangue.

Tra queste, nella zona di Milano, segnaliamo:

– Ospedale San Raffaele (centro di riferimento del Gruppo ospedaliero san Donato per la raccolta sangue)

– Ospedale Maggiore Policlinico

– Ospedale Niguarda

– Ospedale San Carlo

– Ospedale San Paolo

A fronte di questa evidenza, informiamo i pazienti che le programmazioni chirurgiche dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi potrebbero subire delle variazioni.

Segnaliamo, a questo proposito, un articolo di repubblica.it in cui viene affrontata la tematica. Per legger l’articolo fare click qui.

 

Sangue, raccolta straordinaria: dove, come e quando donare a Genova e provincia

Ospedale San Martino: i donatori possono contattare la segreteria del Centro Trasfusionale, dalle ore 7.30 alle ore 13.45 (010/ 555 2798 – 3640, 010/352859)

– Ospedale Galliera : il servizio è aperto al pubblico dalle ore 7.30 alle ore 14.15E’ necessario munirsi di biglietto numerato dal regola code posto all’ingresso del Servizio. Per informazioni telefonare al numero 010 563 4410 – 4412 dalle ore 7.30 alle ore 12.30 e dalle 13.15 alle 14.15.

– Ospedale Gaslini: l’U. O. Immunoematologia e Medicina Trasfusionale, nell’edificio n. 12 (tel. 01056362213) accoglie i donatori ogni giorno feriale dalle ore 8.00 alle ore 11.00.
“Potrebbe interessarti: https://www.genovatoday.it/cronaca/sangue-raccolta-straordinaria.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Genova-Today/113510678752010

 
 
Grazie a tutti per la collaborazione.


Beppe Grillo ai farmacisti: «Basta con la vendita di prodotti omeopatici»

Beppe Grillo

Roma – Beppe Grillo punta il dito verso i prodotti omeopatici e chiede «la sospensione della vendita presso le farmacie italiane di prodotti senza che ne sia stata scientificamente comprovata l’efficacia»: lo fa dal suo blog con una lettera a firma sua e del «mio neurologo».

«In queste ultime settimane abbiamo riflettuto molto sulla difficoltà a comprendere il significato della parola scientifico da parte delle persone. È stato disorientante, preoccupante e quasi penoso, assistere ad una degenerazione del dibattito così profonda», si legge.

«È pur vero che non dovremmo stupircene più di tanto se consideriamo la diffusione di trattamenti e metodologie diagnostiche al limite dell’assurdo. Basti pensare alla fiducia con cui molte persone si rivolgono ai cosiddetti guaritori, fenomeno più volte denunciato dagli stessi media, in trasmissioni come “Striscia la Notizia”. La certezza di trovare nell’Ordine dei farmacisti italiani una sponda di razionalità è quindi praticamente matematica. È infatti difficile immaginare un laureato in farmacia che invita un paziente a rivolgersi ad un guaritore. Difficile che accada quanto illegale», spiega.

http://m.ilsecoloxix.it/p/italia/2018/08/14/ADXav58-omeopatici_prodotti_farmacisti.shtml

Ogni persona è libera di scegliere come curarsi a prescindere dai cosiddetti guaritori cioè imbroglioni. 


 

grillo

Grillo nel 2014 con il comitato “No Gronda”: “Fermiamoli con l’esercito”.

Ecco il documento (ora rimosso) in cui si diceva che il crollo del ponte Morandi a Genova era una “favoletta”

“Ci viene poi raccontata la favoletta dell’imminente crollo del ponte Morandi”. Così si leggeva su un sito di attivisti del Movimento 5 Stelle (nel quale gli utenti era sufficiente essere iscritti per pubblicare contenuti) nel comunicato firmato dal Coordinamento dei comitati No Gronda. Era l’8 aprile del 2013.

BEPPE GRILLO PER COLPA TUA SONO MORTE 38 PERSONE PER IL CROLLO DEL PONTE MORANDI A GENOVA!!!!

a64a9172-9fa9-11e8-9169-223314c4d2b8_genova-32096-kaob-u112088998422jrc-1024x576lastampa-it


I figli:
I tuoi figli non sono figli tuoi. 
Sono i figli e le figlie della vita stessa. 
Tu li metti al mondo ma non li crei. 
Sono vicini a te, ma non sono cosa tua. 
Puoi dar loro tutto il tuo amore, 
ma non le tue idee. 
Perché loro hanno le proprie idee. 
Tu puoi dare dimora al loro corpo, 
non alla loro anima. 
Perché la loro anima abita nella casa dell’avvenire, 
dove a te non è dato di entrare, 
neppure col sogno. 
Puoi cercare di somigliare a loro 
ma non volere che essi somiglino a te. 
Perché la vita non ritorna indietro, 
e non si ferma a ieri. 
Tu sei l’arco che lancia i figli verso il domani.

Di Kahlil Gibran.
Frasi di Kahlil Gibran

Genova, crolla un ponte sull’A10: trentacinque morti, tra cui un bambino. “Qui è l’inferno”

Il viadotto Morandi è collassato su via Fillak: al momento del disastro stavano transitando sul tratto una trentina di mezzi, fra auto e camion. 
a64a9172-9fa9-11e8-9169-223314c4d2b8_genova-32096-kAOB-U112088998422jrC-1024x576@LaStampa.it

Qui sotto commenteró questo articolo:
Articolo di
All’Ordine dei Farmacisti Italiani

di Beppe Grillo e il suo Neurologo – In queste ultime settimane abbiamo riflettuto molto sulla difficoltà a comprendere il significato della parola scientifico da parte delle persone. E’ stato disorientante, preoccupante e quasi penoso, assistere ad una degenerazione del dibattito così profonda.

E’ pur vero che non dovremmo stupircene più di tanto se consideriamo la diffusione di trattamenti e metodologie diagnostiche al limite dell’assurdo. Basti pensare alla fiducia con cui molte persone si rivolgono ai cosiddetti guaritori, fenomeno più volte denunciato dagli stessi media, in trasmissioni come “Striscia la notizia”.

La certezza di trovare nell’Ordine dei Farmacisti Italiani una sponda di razionalità è quindi praticamente matematica. E’ infatti difficile immaginare un laureato in farmacia che invita un paziente a rivolgersi ad un guaritore. Difficile che accada quanto illegale.

I medici di base e le farmacie rappresentano uno dei fari sempre fissi per il cittadino, sempre a rischio di perdersi fra le ciance infinite, le opinioni e i dibattiti: di fronte alle difficoltà che la malattia ed il disagio comportano non si devono, e non si possono, creare dubbi nella sua mente.

Per questa ragione mi appello al Vostro Ordine e a tutti i professionisti che rappresentate: evitiamo che le farmacie continuino a confondere i cittadini con la vendita di prodotti omeopatici. I fortissimi dubbi sulla loro efficacia da parte del mondo scientifico sono di dominio pubblico.

Così, senza permettermi un giudizio definitivo, l’omeopatia è stata più volte messa in discussione, sino a ripetuti quanto implacabili verdetti di inefficacia e inopportunità. Questo sia per quanto concerne la validità come opzione terapeutica che per la possibilità di un ritardo nell’approccio adeguato. Ritardo che potrebbe essere causato proprio dall’abuso di prodotti così a rischio di inefficacia e che, pur essendo in vendita in molte farmacie, farmaci non possono essere definiti.

Non dimentichiamo che, proprio il loro commercio nelle farmacie potrebbe, per contiguità e similarità, contribuire a confondere il cittadino. L’utente potrebbe infatti pensare: “se quel prodotto è in vendita in una farmacia significa che sarà efficace!” Come dubitarne…In fondo si tratta dello stesso posto dove si va, muniti di ricetta, dopo essere stati visitati dal proprio medico di fiducia, dallo specialista ospedaliero o appena dimessi dopo un ricovero; magari per un delicato trattamento chirurgico di alta specialità.

Il nostro sistema sanitario è uno dei migliori al mondo, per affidabilità e livello di copertura nei confronti dei cittadini. Agli occhi del Ssn siamo tutti uguali nei diritti, indipendentemente da quale patologia ci ha colpiti. Ed è anche in nome di questa evoluzione che chiediamo la sospensione della vendita presso le farmacie italiane di prodotti senza che ne sia stata scientificamente comprovata l’efficacia.

Nell’augurare a tutti i farmacisti italiani buon ferragosto mi viene in mente l’uso, almeno preventivo, dell’acqua fresca: bagnarcisi la testa in queste estati sempre più afose.

                   ●□●□●□●□●□●□●□

Il terrorismo psicologico di B. Grillo non si ferma nemmeno davanti alla libertà  individuale di curarsi confonde i guaritori imbroglioni, con gli omeopati  e l’omeopatia in genere,  vorrebbe farci credere ad una giusta caccia alle streghe possibilmente con rogo del farmacista e della farmacia. Ha un Neurologo che lo segue un augurio: che si faccia seguire bene, perché  è  da capire che sta perdendo il contatto con la realtà ed i relativi punti di riferimento. Auguri Signor B. Grillo.   


Cambia il “Padre Nostro”, Papa Francesco: “Può Dio indurci in tentazione?”

Da novembre la “correzione” dovrebbe essere recepita anche in Italia, dopo che Spagna e Francia hanno già modificato il testo

Da novembre cambierà il “Padre Nostro”, una delle preghiere più conosciute e importanti della religione cattolica. Il passaggio “incriminato” è quello che recita “non indurci in tentazione” che diverrà “non abbandonarci alla tentazione”. Una questione lessicale che può apparire semplice, ma che si porta dietro invece una serie di risvolti teologici. La traduzione “sbagliata” della preghiera è già stata modificata in Spagna e in Francia. A novembre, dopo che sarà approvata dalla Conferenza episcopale dei vescovi, la “correzione” arriverà anche in Italia.

https://www.video.mediaset.it/player/playerIFrame.shtml?id=871039&guid=FD00000000048302#amp=1Papa Francesco: “Può Dio indurre in tentazione l’uomo?” – Sulla traduzione sbagliata dell’unica preghiera insegnata da Gesù ai discepoli è tornato anche il Papa durante l’incontro con i giovani al Circo Massimo. “Nella preghiera del Padre Nostro c’è una richiesta: ‘Non ci indurre in tentazione’ – ha spiegato il Pontefice -. Questa traduzione italiana recentemente è stata cambiata, perché poteva suonare equivoca”. “Può Dio Padre ‘indurci’ in tentazione? Può ingannare i suoi figli? – ha chiesto – Certo che no. Infatti una traduzione più appropriata è: ‘Non abbandonarci alla tentazione’. Trattienici dal fare il male, liberaci dai pensieri cattivi…”. “A volte le parole, anche se parlano di Dio, tradiscono il suo messaggio d’amore. A volte siamo noi a tradire il Vangelo”, ha quindi spiegato Papa Francesco.

Cosa ne pensate?


Risultati immagini per cibo del futuroRisultati immagini per cibo del futuro

                       

CIBO DEL FUTURO:

Il cibo del futuro alghe, insetti e meduse solo per gli audaci !!! Per alcuni sono un buon sostitutivo del pesce e della carne secondo uno studio dell’Università di Padova uno sciame di locuste contiene da 16 a 20 milioni di esemplari pari a circa 30-40 tonnellate di proteine nobili. Le meduse sono interamente composte da acqua, sali minerali e proteine, con quantità minime di lipidi”. Inoltre, in alcune specie di questi organismi sono spesso presenti di micro alghe, “che arricchiscono i tessuti di preziosi acidi grassi omega 3 e omega 6. Il contenuto di carboidrati, invece, è trascurabile, per un apporto calorico inferiore a 20 Kcal per 100 grammi .

Voi cosa ne pensate?


Scelgo di vivere per scelta, e non per caso.
Scelgo di fare dei cambiamenti, anziché avere delle scuse.
Scelgo di essere motivato, non manipolato.
Scelgo di essere utile, non usato.
Scelgo l’autostima, non l’autocommiserazione.
Scelgo di eccellere, non di competere.
Scelgo di ascoltare la voce interiore, e non l’opinione casuale della gente.
Di Eileen Caddy.

Voi che scelte importanti avete fatto?


Risultati immagini per la giornata mondiale del gatto italia

GIORNATA INTERNAZIONALE DEL GATTO:

La ricorrenza, istituita nel 2002 dall’International Fund For Animal Welfare, si aggiunge agli altri festeggiamenti dedicati all’amico a quattro zampe e in calendario.

Immagine correlata

Il gatto rincorre le foglie 
secche sul marciapiede. 
Le contende vive le crede
alla scopa che le raccoglie.
Quelle che da rami alti 
scendono rosse e gialle 
sono certo farfalle 
che sfidano i suoi salti.
La lenta morte dell’anno 
non è per lui che un bel gioco, 
e per gli uomini che ne fanno 
al tramonto un lieto fuoco.

Di Gianni Rodari.


 

Se fossi qui dipenderei dalle tue tenerezze
dette sul collo a bassa voce ma lo sai
l’amore porta guai si perde quasi sempre c’è gente
che facile non si riprede più ma tu
guarda me, prendo tutta la vita com’è
non la faccio finita ma incrocio le dita e mi bevo un caffè

Ammazzo il tempo provando con l’auto meditazione canto un po’
nella testa uh uh uh uh uh uh…
e mi rimetto ripulendo il mio salotto dal terribile ricordo che resta di te

Se fossi qui mi lascerei
tentare dalle tue carezze
però ringrazio Dio che non ci sei
l’amore fa per noi ma separatamente
c’è gente che come me non si riprende mai, lo sai
guarda te questo straccio di vita cos’è
non la faccio finita soltanto perché è pronto un altro caffè

Ammazzo il tempo provando con l’auto meditazione canto un po’
nella testa uh uh uh uh uh uh…
e mi rilasso finché non ho più addosso quel terribile ricordo rimasto di te

Indifferente che mente c’è l’eco di quelle malelingue che…


Risultati immagini per la vita cos'è?

LA VITA COS’E’?

la vita è una opportunità,
trai beneficio dalla vita.
la vita è bella ,ammirala.
la vita è un sogno, realizzalo.
la vita è una sfida, incontrala.
la vita è un dovere, completala.
la vita è un gioco, giocala.
la vita è una promessa, mantienila.
la vita è dolore, superalo.
la vita è una canzone,cantala.
la fita è una sfida,accettala.
a vita è una tragedia, confrontati.
la vita è avventura,osala.
la vita è felicità, falla.
la vita è troppo preziosa, non distruggerla.
la vita è vita,combatti per essa.
Di Madre Teresa.

 

Per voi La vita cos’è?


24 anni fa l’addio a Domenico Modugno.

Domenico Modugno nasce il 9 gennaio 1928 a Polignano a Mare(Bari), paesino dalle case bianche a picco sul mare e si spegne il 6 agosto 1994 a Lampedusa, nella sua casa, di fronte al mare.

tutte le sue canzoni:

1) Vecchio frack:

2) La Lontananza:

3) Amara terra mia:

4) Volare:

5) Meraviglioso:

Spero che vi piaccia questo post.


Un film meraviglioso molto commuovente il titolo del film :”Stanno tutti bene ” Robert De Niro è Frank Goode, un vedovo alquanto burbero intenzionato a riprendere i contatti con i suoi quattro figli. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes. In Italia al Box Office Stanno tutti bene ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 1,5 milioni di euro e 544 mila euro nel primo weekend.

Secondovoi è un bellissimo film o è solo un remake ?

Secondovoi era meglio questo film intrpretato da Robert De Niro o era meglio quello intrpretato da Marcello Mastroianni?

 


Una bellissima canzone scritta da Loredana Bertè. 

TESTO:
Che strano uomo avevo io
Con gli occhi dolci quanto basta
Per farmi dire sempre
Sono ancora tua
E mi mancava il terreno
Quando si addormentava sul mio seno
E lo scaldavo al fuoco umano
Della gelosia
Che strano uomo avevo io
Mi teneva sotto braccio
E se cercavo di essere seria
Per lui ero solo un pagliaccio
A letto mi diceva sempre
Non vali che un po’ più di niente
Io mi vestivo di ricordi
Per affrontare il presente
E ripensavo ai primi tempi
Quando ero innocente
A quando avevo nei capelli
La luce rossa dei coralli
Quando ambiziosa come nessuna
Mi specchiavo nella luna
E lo obbligavo a dirmi sempre
Sei bellissima
Sei bellissima
Accecato d’amore, mi stava a guardare
Sei bellissima
Sei bellissima
Accecato d’amore, mi stava a guardare
Se pesco chi un giorno ha detto
Che il tempo è un gran dottore
Lo lego a un sasso stretto stretto
E poi lo butto in fondo al mare
Sono passati buoni buoni
Un paio d’anni e di stagioni
Ho avuto un sacco di avventure
Niente di particolare
Ma io uscivo a cercarti
Nelle strade fra la gente
Mi sembrava di voltarmi
All’improvviso
E vederti nuovamente
E mi sembra di sentire ancora
Sei bellissima
Sei bellissima
Accecato d’amore
Mi stava a guardare
Sei bellissima
Sei bellissima
Accecato d’amore, mi stava a guardare.

 


TESTO:
Oh, you’ve got life right in the pocket
Oh, don’t you know what I mean?
Oh, you’ve got life right in the pocket
Oh, it’s been out of our sea
It’s been some time since I have seen your face
Seems we both gained some weight
Our eyes dream small now than our mouths these days
Yeah, we be showing our age
But oh, we’ve got life right in the pocket
Oh, don’t you know what I mean?
We had to know the simple things would change
We knew they’d complicate
You got a place right, never fold on a crooked game
You got a plan anyway
When the end’s coming, we probably won’t be around to see it
Better just to follow me, keep on a best behavior
But oh, we’ve got life right in the pocket
Oh, you know what I say
Oh, you don’t know what just to say here
Oh, it’s not what you say
Oh, it’s not enough just to say it
Oh, it’s in how we be.

Come incontrare nuove persone?

Molte volte è possibile fare nuove conoscenze proprio grazie alle proprie passioni: chi ama la musica o chi ama ballare, ecc.

Si può fare nuovi incontri in tanti modi diversi anche usando i social network oppure in discoteca o in pub, balere, in corsi di danza caraibica  ecc.

Ti è mai capitato di conoscere qualcuno in queste modalità?


cuore

 Una piccola raccolta delle più belle frasi d’amore di tutti i tempi. Scegli la frase più bella da donare alla persona che ami.

————————————————————–

E mi mancherai , ti giuro che mi mancherai
e ti troverò in ogni sogno ti verrò a cercare
Perché con te io ci sto bene e poi mi piace quando ridi,
quando parli piano e poi mi piace come fai l’amore
di Karma Connection.

***

Sto bene con te. Sto bene in un modo che non riesco manco a dirlo. Ti guarderei delle ore per dirti che sto bene, ma ho quasi paura di disturbare.
di Fabrizio Caramagna.

***

Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L’ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo fra le braccia.

Di Jacques Prévert.

 ***

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, né più mi occorrono
le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.

Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.
Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
erano le tue.

Di Eugenio Montale.

***

E so molto bene che non ci sarai.
Non ci sarai nella strada,
non nel mormorio che sgorga di notte
dai pali che la illuminano,
neppure nel gesto di scegliere il menù,
o nel sorriso che alleggerisce il “tutto completo” delle sotterranee,
nei libri prestati e nell’arrivederci a domani.

Nei miei sogni non ci sarai,
nel destino originale delle parole,
nè ci sarai in un numero di telefono
o nel colore di un paio di guanti, di una blusa.
Mi infurierò, amor mio, e non sarà per te,
e non per te comprerò dolci,
all’angolo della strada mi fermerò,
a quell’angolo a cui non svolterai,
e dirò le parole che si dicono
e mangerò le cose che si mangiano
e sognerò i sogni che si sognano
e so molto bene che non ci sarai,
nè qui dentro, il carcere dove ancora ti detengo,
nè la fuori, in quel fiume di strade e di ponti.
Non ci sarai per niente, non sarai neppure ricordo,
e quando ti penserò, penserò un pensiero
che oscuramente cerca di ricordarsi di te. Di Julio Cortázar.

***

Io non ho bisogno di denaro.

Ho bisogno di sentimenti,
di parole, di parole scelte sapientemente,
di fiori detti pensieri,
di rose dette presenze,
di sogni che abitino gli alberi,
di canzoni che facciano danzare le statue,
di stelle che mormorino all’ orecchio degli amanti.
Ho bisogno di poesia,
questa magia che brucia la pesantezza delle parole,
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.

La mia poesia è alacre come il fuoco
trascorre tra le mie dita come un rosario
Non prego perché sono un poeta della sventura
che tace, a volte, le doglie di un parto dentro le ore,
sono il poeta che grida e che gioca con le sue grida,
sono il poeta che canta e non trova parole,
sono la paglia arida sopra cui batte il suono,
sono la ninnanànna che fa piangere i figli,
sono la vanagloria che si lascia cadere,
il manto di metallo di una lunga preghiera
del passato cordoglio che non vede la luce.

Di Alda Merini. 

 

 


Vita da single, perché è vantaggiosa?

La vita da single è  sicuramente l’indipendenza.

Una persona non legata da una relazione può liberamente organizzarsi la vita, iniziando dalle piccole cose quotidiane alle decisioni più importanti ad esempio:

  • Il single può organizzare la propria giornata come meglio crede e in base agli orari che convengono di più;
  • Il single può prendere impegni all’ultimo minuto, senza dover dare spiegazioni a nessuno;

il single può decidere di uscire con gli amici senza suscitare nessuna gelosia, oppure di restare a casa in completa tranquillità.

Questi sono esempi della quotidianità ma, come ho affermato prima, l’indipendenza può coinvolgere anche decisioni più grosse, come scegliere di andare a studiare o lavorare in un’altra città o all’estero. Quest’ultimo punto è sempre molto critico per le coppie, in quanto le costringe a separarsi, ad iniziare una relazione a distanza, che può rivelarsi più difficile da gestire rispetto a quanto previsto. “Per 7 coppie su 10 infatti, vivere un rapporto d’amore a distanza non rappresenta un problema. Anzi, nella maggior parte dei casi, la lontananza dal proprio amato genera sentimenti positivi come senso di stabilità (75%) e intrigo (72%). Solo per il 29% del campione la distanza sarebbe motivo di minaccia per il rapporto, e non per la maggiore possibilità di fare nuovi incontri (33%), ma principalmente per la mancanza di fiducia che può venire a crearsi (49%) all’interno di un rapporto di questo tipo.” Essere single, quindi, è un aspetto molto positivo quando si tratta di questioni così delicate in quanto non si è influenzati o bloccati da nessuno e si può prendere la decisione in completa autonomia e tranquillità. Un altro aspetto positivo dell’essere single è sicuramente il fatto di poter utilizzare il proprio tempo libero per se stessi dedicandosi ai proprio hobby, interessi o per il riposo. Prendersi cura di se stessi è importante, dedicare del tempo al nostro corpo e alla nostra mente, è fondamentale, e spesso nella vita di coppia queste piccole attenzioni vengono sacrificate per la voglia di vedersi e stare insieme o molto spesso perché si sente l’obbligo di dover dedicare ogni minimo momento libero al proprio partner, facendo scivolare magari i nostri interessi e le nostre priorità in secondo piano.

Dove i matrimoni sono in ripresa, ma i divorzi crescono di più, con la conseguenza dell’aumentano dei single, fino al dato che sottolinea il 31,6% delle famiglie composte da una sola persona.


images cuore

“Ci sono due forze motrici fondamentali: la paura e l’amore.                                             Quando abbiamo paura, ci ritraiamo indietro dalla vita.                                                   Quando siamo innamorati, ci apriamo a tutto ciò che la vita ha da offrire con passione, entusiasmo, e l’accettazione”. 

Di John Lennon.


Le 10 cose che meno sopportiamo in estate:

  1. Rumore;
  2. Zanzare;
  3. Bambini indisciplinati o in educati;
  4. Caldo;
  5. La città;
  6. Ventilatore;
  7. Abbigliamento non consono alla situazione;
  8. Mangiare i cibi freddi perché fa caldo;
  9. Andare in montagna perché fa freddo;
  10. Sudare.

Voi cosa ne pensate?